Notizie per l'industria delle materie plastiche e della gomma. Macplas
Tecnologia giovedì, 4 novembre 2021

Tecnologia per IML di alta fascia

Alla recente edizione 2021 di Fakuma, Campetella Robotic Center ha presentato una serie di soluzioni di automazione che rappresentano lo stato dell'arte nel campo della robotica e dell'etichettatura nello stampo (IML) con tecnologia di movimentazione dei prodotti finiti.

 

Un sistema Modula W faceva parte di una cella completamente automatizzata per la produzione con IML di vaschette per margarina mediante stampo sovrapposto a due livelli, per ridurre l'ingombro a terra massimizzando nel contempo la produttività. Il robot a ingresso laterale di Campetella risulta adatto a presse a iniezione con forza di chiusura fino a 4500 kN e tra le sue prestazioni di punta annovera tempo di ciclo totale di 4,5 secondi e tempo di asservimento di 1,35 secondi. Nell’applicazione specifica, le vaschette erano prodotte in uno stampo a 4 + 4 impronte e impilate in posizione capovolta da un robot Scara X-Series SPIN 2 a garanzia di un'igiene impeccabile. Per favorire ingombri minimi, gli alimentatori verticali per etichette a cinque facce sono estremamente compatti al fine di ottimizzare gli spazi a disposizione. L’assenza di vibrazione sugli assi è garantita grazie ai bracci in fibra di carbonio del robot, assicurando allo stesso tempo il posizionamento ottimale dell'etichetta. Un sistema di ispezione in linea assicurava la perfetta qualità delle vaschette impilate.

 

Un sistema Modula Twin Maxi (nella foto un modello della serie) aceva invece parte di una cella completamente automatizzata per la produzione con IML di contenitori e coperchi contemporaneamente per mezzo di uno stampo sovrapposto a due livelli, operazioni che normalmente richiederebbero l’impiego di due presse con stampi e sistemi di automazione separati. Twin Maxi è progettato per presse con forza di chiusura fino a 12 mila kN e vanta un tempo totale di ciclo a vuoto di 2,9 secondi e un tempo di asservimento di 1,2 secondi. Anche in questo caso la produzione delle due parti avveniva con uno stampo a 4 + 4 impronte, i bracci in fibra di carbonio riducono le vibrazioni garantendo un posizionamento ottimale dell'etichetta e l’alimentatore in fibra di carbonio di queste ultime si adatta perfettamente alle etichette sia a cinque facce che a quelle piatte. La tavola rotante sul caricatore di etichette ne consente la ricarica facile e sicura mentre il robot è in funzione. Un sistema a sette telecamere provvede a respingere le parti non conformi dopo aver controllato ogni lato dei contenitori e dei coperchi. Non appena superato il sistema di controllo qualità, i contenitori ottagonali e i relativi coperchi venivano allineati e impilati mediante robot Scara X-Series SPIN 2 in posizione capovolta sul nastro di scarico per garantire un'igiene impeccabile.