Notizie per l'industria delle materie plastiche e della gomma. Macplas
Ambiente lunedì, 31 gennaio 2022

Solo plastica riciclata e rinnovabile per le patatine di PepsiCo

Nell’ambito della propria strategia pep+ (PepsiCo Positive) per la trasformazione end-to-end dell’azienda in chiave di sostenibilità, PepsiCo Europe intende eliminare, entro il 2030, la plastica vergine a base fossile in tutti i suoi sacchetti per patatine a marchio Walkers, Doritos e Lay's e si concretizzerà nell’utilizzo del 100% di plastica riciclata o rinnovabile.

 

I test di prodotto dei nuovi packaging inizieranno nei mercati europei nel 2022, cominciando nella prima metà dell’anno con il marchio Lay's venduto in Francia e in seguito con il marchio Walkers nel Regno Unito. Il materiale utilizzato per i pacchetti di patatine sarà ottenuto da plastica riciclata od ottenuta da sottoprodotti di natura vegetale, oli da cucina esausti e scarti dell’industria cartaria. In questo modo, la multinazionale stima di ridurre fino al 40% le emissioni di gas serra per ogni tonnellata di materiale da imballaggio.

 

La plastica flessibile consente di ottenere imballaggi per patatine leggeri rispetto ad altri tipi di confezioni e quindi di ridurne l’impronta di carbonio. Inoltre, mantiene gli alimenti freschi, riducendone così lo spreco. Tuttavia, PepsiCo ritiene necessario il cambiamento per ridurre l’utilizzo di plastica vergine a base fossile e orientarsi verso la circolarità degli imballaggi flessibili. PepsiCo Europe concentrerà la sua transizione su tre pilastri strategici: il giusto design; la giusta infrastruttura; la giusta “nuova vita” per gli imballaggi flessibili. Oltre al passaggio a materiali rinnovabili e riciclati, PepsiCo ha sviluppato il programma "Making Bags Better", che si concentrerà su una serie di investimenti e innovazioni per incrementare la quantità di plastica flessibile riciclata e riutilizzata in Europa.

 

“Il riciclo degli imballaggi flessibili dovrebbe essere la norma in tutta Europa. Vediamo un futuro in cui i nostri pacchetti saranno privi di plastica vergine a base fossile. Queste faranno parte di una fiorente economia circolare in cui gli imballaggi flessibili saranno apprezzati e potranno essere riciclati come nuovo pacchetto. Stiamo investendo insieme ai nostri partner, per costruire capacità tecnologiche che ci aiutino a raggiungere l’obiettivo. In questo momento abbiamo bisogno di un panorama normativo adeguato così che gli imballaggi non diventino mai rifiuti”, ha dichiarato Silviu Popovici, CEO di PepsiCo Europe.