Notizie per l'industria delle materie plastiche e della gomma. Macplas
Marketing mercoledì, 3 agosto 2022

Sidel amplia la sua presenza in Africa con una nuova sede a Nairobi

Il 28 luglio Sidel ha inaugurato una nuova sede a Nairobi (Kenya), che permetterà di promuovere lo sviluppo del mercato locale con la fornitura diretta di soluzioni ingegneristiche e servizio di assistenza.

 

“Il mercato dell’Africa Orientale continua a mostrare una forte crescita nell’ambito dell’attività principale di Sidel, il confezionamento di bevande, alimenti e prodotti per la cura della casa e della persona. Quella di Nairobi non è soltanto una sede, ma il simbolo del nostro impegno nei confronti del mercato africano, dei nostri clienti e dello sviluppo delle competenze dell’ingegneria e del talento operativo locale. Sidel è orgogliosa di offrire la sua esperienza globale affiancata al know-how locale. Stiamo investendo in questo Paese e nell’intera regione collaborando con le realtà locali per crescere e al contempo incrementare la soddisfazione dei clienti. Da oggi possiamo offrire loro un accesso rapido e diretto ai nostri tecnici esperti e ai team locali dedicati al servizio di assistenza”, ha afferma Vishal Gupta, managing director di Sidel Services per l’Africa Orientale.

 

L’Africa ospita la popolazione più giovane e la più rapida urbanizzazione al mondo e potrebbe diventare una delle maggiori fonti di crescita globale. Con oltre un miliardo di abitanti, l’Africa subsahariana presenta un tasso di incremento demografico annuale del 2,7%: oltre il doppio rispetto all’Asia Meridionale e all’America Latina. La regione dell’Africa Orientale è costituita da 15 paesi, dall’Eritrea del Nord all’Isola di Mauritius. Tanzania, Uganda, Kenya ed Etiopia detengono i più alti livelli di PIL e salario del continente, indicazione di un ottimo potenziale di crescita per gli anni a venire.

 

Sidel si impegna a contribuire allo sviluppo economico della regione promuovendo una crescita sostenibile e responsabile grazie a soluzioni per il confezionamento avanzate e vantaggiose e dal minore impatto ambientale possibile.

Condividi: