Notizie per l'industria delle materie plastiche e della gomma. Macplas
Materiali venerdì, 27 novembre 2020

RadiciGroup presenta il Bilancio di Sostenibilità 2019: creare valore condiviso nel lungo periodo

  

Anche per il 2019, RadiciGroup conferma la sua capacità di creare valore per filiera, ambiente, dipendenti e territorio. È quanto emerge dal suo Bilancio di Sostenibilità, basato sui dati forniti da 22 siti industriali in tutto il mondo, mettendo in evidenza azioni e risultati concreti. Prestazioni positive raggiunte grazie al continuo impegno per coniugare gli obiettivi di business con l’ottimizzazione delle risorse e la tutela delle comunità locali e delle persone. Contribuendo anche al raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda ONU 2030 per lo sviluppo sostenibile.

 

“L’impegno per uno sviluppo più sostenibile da un punto di vista economico, ambientale e sociale è un tema attuale anche e soprattutto in un momento delicato come quello che stiamo vivendo. Riveste infatti un ruolo strategico nel processo di rilancio economico e sociale ed è fondamentale per garantire un futuro migliore alle generazioni che verranno. In un contesto profondamente mutato, la condivisione di obiettivi, sforzi ed esperienze è centrale per continuare a crescere. Anche nel 2019 abbiamo dato concretezza alla nostra mission, creando valore duraturo attraverso iniziative condivise con tutti i nostri stakeholder. Abbiamo saputo reagire alle difficoltà e ai mutamenti del mercato rimanendo coesi e ciò mi rende fiducioso guardando al futuro, nonostante ci aspettino ancora mesi difficili”, ha commentato Angelo Radici, presidente di RadiciGroup.

 

Creazione di valore

Per la filiera

L’impegno di RadiciGroup nasce all’interno della propria filiera, che genera un vantaggio competitivo per l’azienda e un valore aggiunto per tutta la filiera stessa. Un sistema virtuoso basato sul confronto con fornitori, clienti, associazioni e partner e su un modello di business ispirato ai principi dell’economia circolare. Lo sforzo è quello di creare prodotti duraturi e di qualità, realizzati investendo sull’innovazione, utilizzando materie prime a limitato impatto e riciclabili, scegliendo fonti rinnovabili, minimizzando gli scarti, perfezionando i processi e adottando rigorosi sistemi di misurazione dell’impatto ambientale. Nel corso del 2019, il portafoglio di prodotti a limitato impatto di RadiciGroup si è ampliato con Renycle, la gamma di filati provenienti dal riciclo di PA e 100% riciclabile a fine vita, con applicazioni nei settori tessile, moda, arredamento e auto. Il polimero Renycle, infatti, consente di risparmiare oltre l’87% di energia e il 90% di acqua garantendo prestazioni tecniche paragonabili alla materia vergine. Inoltre, si riducono le emissioni di CO2 del 90%.

 

Per l’ambiente

Per RadiciGroup, l’ambiente è privilegiato e va valorizzato attraverso iniziative e investimenti significativi. Nel 2019, il gruppo ha stanziato 7,6 milioni di euro per incrementare la sostenibilità delle sue attività. Guardando ai risultati ottenuti, nel triennio 2017-2019, risultano migliorati inoltre gli indici relativi al contenimento dei rifiuti di processo per tonnellata lavorata: il dato passa infatti da 9,76 a 8,85 kg/t (-9,3%). Per quanto riguarda il consumo di energia primaria diretta, i dati 2019 evidenziano un decremento sia in termini di valore assoluto (-13,6%) sia in rapporto ai quantitativi lavorati (-2,8%). Il gruppo continua inoltre ad affidarsi, dove possibile, alle fonti rinnovabili: anche lo scorso anno il mix energetico ha visto una percentuale rilevante di energia elettrica verde (42,1%). Numerosi siti sono alimentati con energia rinnovabile e in Italia possono contare sulla fornitura idroelettrica del partner Geogreen. Le scelte operate in questa direzione e in favore dei carburanti a minore impatto nel 2019 hanno consentito ai siti di RadiciGroup di emettere il 23,8% di gas a effetto serra in meno rispetto a quanto avrebbero fatto attenendosi ai mix energetici nazionali a loro disposizione. Altro risultato di rilievo è la percentuale di acqua risparmiata rispetto al fabbisogno teorico, pari al 70% (+5% di risparmio rispetto al 2017). RadiciGroup, inoltre, non utilizza acqua all’interno dei propri prodotti e non costituisce riserve idriche a lungo termine per le proprie attività, che rimangono così a disposizione delle comunità locali.

 

Per i dipendenti

Per il Gruppo le persone sono una risorsa preziosa. Il rispetto dei diritti umani, la salvaguardia della salute e della sicurezza dei lavoratori, lo spirito di squadra, la spinta al miglioramento continuo e un dialogo trasparente sono valori chiave. Oltre il 90% dei dipendenti è assunto a tempo indeterminato. Sono previsti percorsi personalizzati di formazione continua e oltre un terzo delle ore formative complessive è dedicato a salute e sicurezza.

 

Per le comunità locali

RadiciGroup prosegue nel consolidamento del suo rapporto di dialogo con il territorio. Una relazione alimentata da uno scambio continuo, grazie anche all’ubicazione delle aziende in prossimità di centri urbani. In particolare in Italia l’80% dei lavoratori abita entro un raggio di 20 km dalla sede aziendale, così come la famiglia Radici mantiene una presenza solida laddove il gruppo è nato e opera. Numerose sono le iniziative a favore delle comunità locali tra cui progetti con le scuole per lo sviluppo dei talenti e il sostegno alle attività sportive giovanili locali. La passione per lo sport, inteso come palestra di vita, si concretizza nella sponsorizzazione dello Sci Club RadiciGroup che conta oltre cento atleti di varie categorie. Importante anche la collaborazione con l’Atalanta. Oggi RadiciGroup costituisce un’opportunità di occupazione per i giovani, tramanda un know-how manifatturiero solido e promuove un continuo rapporto di fiducia con le realtà industriali del territorio. Quest’ultimo aspetto è stato strategico per attivare una filiera made in Italy per la produzione di dispositivi medicali in occasione dell’emergenza sanitaria.

 

In un’ottica di evoluzione continua, RadiciGroup ha dato vita a Radici InNova, il consorzio dedicato alle attività di ricerca e innovazione del gruppo, nel segno della sostenibilità. La nuova società si avvale di numerose collaborazioni, anche con partner scientifici ed istituzionali esterni.