Notizie per l'industria delle materie plastiche e della gomma. Macplas
Marketing lunedì, 12 settembre 2022

Primo semestre positivo per il Gruppo Piovan

Il consiglio di amministrazione di Piovan ha approvato la relazione finanziaria semestrale consolidata al 30 giugno 2022: i ricavi raggiungono i 238,1 milioni di euro, in crescita del 63,1% rispetto al 2021 (+ 5,5% su base organica ed escludendo poste non ricorrenti) e l'Ebitda è pari a 27,3 milioni di euro (11,5% dei ricavi).

 

“I risultati ottenuti in questo primo semestre, in un contesto macroeconomico caratterizzato da forte incertezza, confermano la bontà della strategia del Gruppo Piovan che grazie alla propria presenza capillare e globale è stato in grado di supportare da vicino i propri clienti, aumentando la propria quota di mercato e rafforzando ancora di più le proprie relazioni commerciali”, ha dichiarato Nicola Piovan (foto a destra), presidente esecutivo di Piovan. “Siamo orgogliosi di questi risultati e anche del riconoscimento ottenuto dal Gruppo Piovan nell’ambito della sostenibilità e dello sviluppo dei biopolimeri tramite l’award alla controllata Pelletron del più importante progetto in Asia di questo tipo. Siamo altresì fiduciosi sulla continuazione di queste positive performance nei prossimi trimestri”, ha aggiunto Filippo Zuppichin (foto sotto), amministratore delegato di Piovan.

 

Per quanto riguarda la dinamica dei ricavi per mercato, l'area Plastic risulta in crescita trainata da buone prestazioni in Europa e in Asia, con i settori packaging e consumer & technical sempre molto attivi, e il settore auto in leggera ripartenza grazie a investimenti nei nuovi modelli elettrici. La situazione di mercato resta ancora positiva nella maggior parte dei settori di riferimento. La raccolta ordini nel corso dei primi sei mesi del 2022 è stata sostenuta e il backlog di ordini al 30 giugno 2022 permane su valori elevati. A fronte di questi dati positivi, permangono rischi legati al perdurare di problemi globali nella catena di approvvigionamento che hanno impedito al gruppo di esprimere la totalità del potenziale messo a disposizione dall’elevato valore di ordini in portafoglio.

 

Economia sostenibile

Il Gruppo Piovan, tramite la controllata Pelletron, ha ottenuto da NatureWorks, uno dei maggiori produttori mondiale di biopolimeri, un importante ordine per l’automazione del suo primo sito produttivo in Asia. Il gruppo conferma, inoltre, la volontà di contribuire all’economia circolare impegnandosi nella ricerca e nello sviluppo di innovazioni tecnologiche avanzate per permettere ai trasformatori di usare polimeri riciclati e ottenere prodotti di qualità a basso impatto ambientale, riducendo le emissioni di CO2 e il consumo di risorse scarse del pianeta. Il gruppo ha colto le opportunità della normativa europea sulla produzione e sull’utilizzo della plastica in una posizione vantaggiosa a livello tecnologico: ha, infatti, registrato negli ultimi anni vari brevetti legati al tema del riciclo. Attualmente l’azienda sulla base del primo semestre 2022 stima che oltre il 20% dei propri ricavi - escludendo il contributo di Ipeg - all’interno dei segmenti in cui l’uso di plastica riciclata è rilevante sia assimilabile ad attività relative all’economia circolare.

 

Nuova società in Cina

Nel corso del semestre, il gruppo ha costituito una nuova società in Cina per realizzare il quartier generale locale per le filiali nella regione asiatica, dedicato alla progettazione e alla produzione di sistemi completi di automazione per il trattamento di materie plastiche, così come polveri alimentari e soluzioni di refrigerazione.

 

Crescita per acquisizioni

Nel gennaio 2022 il Gruppo Piovan ha concluso l’acquisizione dell’americana Ipeg con i suoi marchi Conair, Thermal Care e Pelletron. Questo permetterà di: rafforzare la posizione globale del gruppo; consolidare la posizione competitiva in Nord America, dove il Gruppo Piovan è uno dei maggiori operatori di riferimento; incrementare la presenza geografica in Messico e in Asia; crescere nel mercato indiano; valorizzare talenti e capitale umano condividendo le best practice di entrambe le strutture.

Condividi: