Notizie per l'industria delle materie plastiche e della gomma. Macplas
Marketing lunedì, 24 novembre 2014

Polipropilene ai minimi da circa due anni

Il mercato del PP in Turchia ha raggiunto i livelli minimi degli ultimi due anni in seguito alle diminuzioni senza sosta intercorse da agosto. I principali fattori dietro a questo trend ribassista sono i costi delle materie prime in calo a causa delle diminuzioni nei mercati globali del petrolio.

Secondo il Price Index di ChemOrbis, infatti, i prezzi import del polipropilene sono scesi ai valori minimi degli ultimi due anni circa.

Nel mercato delle importazioni, durante la settimana 47 (17-21 novembre 2014) le offerte di PP rafia da un paio di fonti dell’Arabia Saudita sono scese oltre la soglia di 1400 dollari/t per le offerte su base CIF (costo, assicurazione e nolo) e i player hanno sentito trattative a 1385 dollari/t, in linea con le idee di acquisto espresse dai trasformatori. “Le offerte di una fonte dell’Arabia Saudita sono in calo di circa 75 dollari/t su base settimanale”, ha dichiarato un buyer intervistato da ChemOrbis.

Analogamente, i prezzi della fibra in PP per i carichi dall’Iran e dall’Arabia Saudita sono scesi oltre i 1500 dollari/t su base CPT (porto pagato) a inizio settimana. Un trader che offre materiale di un produttore regionale ha abbassato i prezzi di PP fibra di 60 dollari/t sulla settimana precedente (10-14 novembre 2014), commentando: “I prezzi del polipropilene sono calati approssimativamente di 200 dollari/t negli ultimi due mesi e mezzo e questo ha mantenuto i buyer ai margini. Preferiscono acquistare su necessità per minimizzare i rischi”.

I compratori, infatti, continuano ad acquistare materiale su necessità e intorno ai livelli minimi del mercato, oppure restano in attesa di vedere livelli più competitivi nei giorni successivi. Un produttore di tappeti ha affermato: “Nella regione Gaziantep i buyer continuano a produrre con scorte minime, in quanto non vogliono affrontare i costi delle scorte e preferiscono acquistare solo su stretta necessità. La domanda di prodotti finiti è stabile e calma”. Un produttore di sacchetti ha inoltre aggiunto: “La domanda di prodotti finiti è debole e le diminuzioni sui prezzi del PP dovrebbero continuare considerando i ribassi dei costi del petrolio”.

D’altra parte, i principali attori del settore sono in disaccordo sull’attuale disponibilità nel paese. Alcuni trader affermano che la disponibilità di materiale sia limitata rispetto alle settimane precedenti, in quanto i trader hanno evitato di acquistare nuovi carichi e hanno preferito fare business “back to back”. I buyer intenzionati ad acquistare su necessità hanno fatto richiesta di polipropilene, portando a una riduzione della disponibilità.

“La disponibilità di PP fibra è ampia ma il PP rafia è limitato nel sud della Turchia. Abbiamo riscontrato un lieve incremento delle richieste di PP rafia questa settimana (17-21 novembre)”, afferma un trader. Un secondo trader, che ha abbassato di 50 dollari/t i prezzi del polipropilene in fibra del Medio Oriente dal deposito doganale, afferma che le scorte sono complessivamente limitate. Tuttavia, un produttore di sacchi ha osservato: “Siamo riusciti a trovare alcuni carichi disponibili nel deposito doganale”.

Condividi: