Notizie per l'industria delle materie plastiche e della gomma. Macplas
Marketing giovedì, 3 luglio 2014

Plastic Technologies Award 2015 al via

La "design competition" di Plast 2015 e Poli.design riunisce industria e università in un concorso tra tecnologia e creatività per abbattere l'impatto della dismissione dei prodotti in plastica e promuoverne il riciclo. Concept originali e innovativi di prodotti a rapido consumo, temporanei e "usa e getta", che sfruttino le potenzialità di specifiche tecnologie di produzione e trasformazione delle materie plastiche: sono questi i cardini della seconda edizione di Plastic Technologies Award, il concorso internazionale lanciato da Promaplast, società organizzatrice di Plast 2015 (Milano, 5-9 maggio 2015) in collaborazione con Poli.design, consorzio del Politecnico di Milano.
L'edizione 2015 del concorso si focalizza sulla dismissione e il riciclo dei prodotti, dei componenti e degli imballi con rapida obsolescenza e connotazione d'uso temporanea o addirittura usa-e-getta, come per esempio gli utensili per la casa, gli accessori moda, gli oggetti di cosmetica e per la cura della persona, le confezioni per prodotti a rapido consumo. Il concorso affronta una tematica di grande attualità, riflettendo sugli effetti della crescita inarrestabile del settore del consumo rapido nella quotidianità della cultura occidentale. Molti dei prodotti, degli imballi e dei componenti "usa e getta" o dalla connotazione temporanea che caratterizzano i nuovi stili di consumo, infatti, vengono concepiti trascurando le problematiche legate alla loro dismissione, anch'essa inevitabilmente rapida, trattandosi di materiali, connessioni e composizioni a volte non separabili, non riciclabili né tantomeno correttamente dismettibili.
"La nuova sfida lanciata ai designer di tutto il mondo da Plastic Technologies Award 2015 è quella di ideare progetti che possano abbassare l'impatto di dismissione, sfruttando le potenzialità delle tecniche, delle tecnologie di produzione e dei materiali e introducendo caratteristiche smart nell'oggetto stesso che risultino in linea con le esigenze dei potenziali consumatori. Progetti, quindi, che possano rinnovare in chiave sostenibile l'intero settore degli oggetti a rapida obsolescenza e di quelli temporanei", ha dichiarato Mario Maggiani, amministratore delegato di Promaplast.
La competizione si rivolge a progettisti e creativi, italiani e stranieri (singoli o in gruppo), liberi professionisti o non professionisti, dipendenti di aziende e studenti. Ogni progettista dovrà iscriversi al concorso entro il 3 novembre 2014, scegliere una categoria tecnologica in cui cimentarsi (stampaggio a iniezione, soffiaggio, stampaggio rotazionale, termoformatura o biopolimeri) e progettare un prodotto innovativo, rispettando il tema proposto dal bando, oltre ai vincoli e ai limiti della tecnologia di produzione selezionata. I progetti, da presentare entro il 27 novembre 2014 nelle modalità indicate nel regolamento, dovranno essere originali, inediti e sviluppati espressamente per il concorso. Il bando dettagliato del concorso è disponibile al sito www.polidesign.net/PlasticAward2015
A giudicare e selezionare i progetti vincitori sarà una giuria formata da noti esperti del settore provenienti dal Dipartimento del Design del Politecnico di Milano, da ADI (Associazione per il Disegno Industriale) e dal mondo della professione. In una prima fase la giuria valuterà sia il contenuto innovativo del progetto sia il grado di rispondenza alle possibilità e ai vincoli legati alla tecnologia; verranno così individuati i finalisti e, nello specifico, una rosa di tre candidati vincitori del concorso e di due candidati vincitori per ogni categoria di "Special prize manufacturing". Seguirà una seconda fase nella quale i progettisti selezionati avranno la possibilità di sviluppare il proprio concept sulla base delle indicazioni ricevute. La giuria, a questo punto, selezionerà i vincitori finali che si divideranno come segue il montepremi complessivo di 8000 euro: 3000 al vincitore del concorso e 1000 rispettivamente nelle categorie stampaggio a iniezione, soffiaggio, stampaggio rotazionale, termoformatura e biopolimeri. Promaplast, inoltre, si riserva la possibilità di prototipare i progetti vincitori per esporli nell'ambito della prossima edizione della fiera triennale Plast 2015, una fra le più importanti fiere al mondo per l'industria delle materie plastiche e della gomma.

Condividi: