Notizie per l'industria delle materie plastiche e della gomma. Macplas
Ambiente martedì, 14 marzo 2023

Più ricicli più ti premi, il riciclo virtuoso di PET arriva anche a Sassari

Dall’11 marzo sono attivi a Sassari quattro ecocompattatori per il riciclo di PET parte di un nuovo progetto che si affianca alla tradizionale raccolta differenziata e mira a premiare anche nella città sarda i cittadini più virtuosi. Questi ultimi, infatti, grazie all’App Coripet, scaricabile da smartphone, possono accedere alla macchina "mangia plastica", inserire le bottiglie, che devono essere vuote, non schiacciate, con tappo, etichetta e codice a barre leggibile, e guadagnare punti. Una bottiglia vale un punto e con la raccolta dei punti si ha diritto a diversi buoni sconto del circuito "Coripet Ti Premia". Inoltre, il Comune di Sassari ha attivato una convenzione con l’azienda di trasporto pubblico ATP e una volta conferite 500 bottiglie sarà possibile ottenere un carnet di 12 biglietti per corse semplici.

 

“Con questa iniziativa”, ha affermato Antonello Sassu, assessore comunale all’ambiente e al verde pubblico, “l’amministrazione comunale prosegue nel suo percorso di miglioramento della raccolta differenziata, in particolare della plastica. Importante, in questo senso, la collaborazione con i cittadini mettendo sempre al primo posto la tutela del territorio per raggiungere tutti insieme l’obiettivo di una città più pulita, sostenibile, accogliente e quindi più bella”.

 

“Siamo molto soddisfatti di installare i nostri ecocompattatori nel Comune di Sassari”, ha aggiunto Monica Pasquarelli, responsabile degli ecocompattatori di Coripet, “un territorio meraviglioso che speriamo di contribuire a preservare e valorizzarne pertanto le proprie caratteristiche. Il nostro obiettivo è anche quello di contribuire a creare consapevolezza e rispetto dell’ambiente, sensibilizzando i cittadini e fare cultura sul riciclo, creando una certa curiosità su un oggetto, la bottiglia in PET, che se adeguatamente riciclato può essere valorizzato a vantaggio della collettività, dell’ambiente e, perché no, anche dei cittadini che in questo modo vedono comunque premiato il loro gesto”.