Grafe
Notizie per l'industria delle materie plastiche e della gomma. Macplas
Ambiente martedì, 29 novembre 2022

Oscar di Bilancio a Novamont

Il 2022 di Novamont si chiude con la conquista dell’Oscar di Bilancio nella categoria “Società Benefit”, dopo essere stata nominata anche per il B Corp Best for the World 2022 e aver conquistato il Premio Sviluppo Sostenibile 2022, conferito dall’omonima Fondazione guidata dall’ex ministro Edo Ronchi.

 

“Novamont, società benefit dal 2020 e certificata B Corp, dimostra un approccio strategico gestionale di avanguardia sui temi della sostenibilità. La società, perseguendo le sue finalità di beneficio comune connesse alla sua attività economica, rappresenta un esempio a livello internazionale di modello innovativo di bioeconomia circolare per la rigenerazione dei territori, integrato da buone pratiche ed evidenti impatti positivi sull’ambiente consentendogli di raggiungere elevati standard di sostenibilità.  Il Bilancio di Sostenibilità, che risulta essere il 14°, copre l'intero perimetro del gruppo in coerenza con i dati economici e il Bilancio Consolidato”, recita la motivazione dell’oscar di Bilancio, riconoscimento promosso da Ferpi, Borsa Italiana e Università Bocconi.

 

In Italia, Novamont è tra le poche aziende che presenta volontariamente, senza esserne obbligata per legge, una dichiarazione non finanziaria (DNF), pronta a recepire le nuove norme europee sulla trasparenza in materia ambientale, sociale e di governance. Destinate a entrare in vigore dal 1° gennaio 2024, le nuove regole estenderanno l’obbligo della DNF a molte più imprese, ridefinendo il perimetro della rendicontazione come pure i meccanismi di certificazione e controllo al fine di contrastare il fenomeno del cosiddetto greenwashing e di rafforzare il percorso in direzione della decarbonizzazione del sistema produttivo europeo.

 

“Siamo estremamente orgogliosi di questo premio”, ha commentato Francesco Razza, Group Sustainability Manager di Novamont, “che riconosce il nostro impegno a valutare e rendicontare da ben 14 anni gli impatti ambientali, sociali ed economici generati dalle nostre attività. Da sempre guardiamo al fare impresa come forza di rigenerazione per garantire prosperità, valore diffuso e trasparenza per i territori”.

 

La situazione di crisi globale tra pandemia, guerra e sconvolgimenti climatici rappresenta un’emergenza mondiale senza precedenti, che se da un lato mette a nudo tutte le fragilità del tradizionale modello di sviluppo - ormai evidentemente obsoleto nella gestione delle problematiche eco-socio-ambientali - dall’altro offre anche l’opportunità di ripensare completamente l’approccio alla produzione e al consumo, disaccoppiando lo sviluppo dall’uso risorse. Da sempre per Novamont la sostenibilità è principio guida che definisce tutte le sue attività e che permea tutta la sua filiera. Un modello culturale oltre che industriale, in grado di conciliare chimica, ambiente e agricoltura e di favorire la transizione da un’economia di prodotto a una di sistema, secondo un approccio circolare alla bioeconomia basato sull’uso efficiente delle materie rinnovabili e sulla rigenerazione territoriale.

Condividi: