Notizie per l'industria delle materie plastiche e della gomma. Macplas
Materiali martedì, 15 novembre 2022

Materiale fonoassorbente per filtri d’aria più salubri e sicuri

Azienda tedesca specializzata nel campo della purificazione dell’aria, UVCclean utilizza la schiuma di resina melamminica Basotect di Basf come materiale fonoassorbente per i sistemi mobili di filtraggio dell’aria airtubeUVC. Per ridurre la concentrazione di aerosol che trasmette batteri, spore e virus, come, per esempio, il Coronavirus nell’aria, questi filtri utilizzano la tecnologia UV-C e possono essere installati in scuole, asili, uffici e luoghi pubblici, attività commerciali e siti produttivi.

 

Grazie alle proprietà di assorbimento acustico, di resistenza alla luce UV e alle fiamme, oltre che alla versatilità in termini di design di cui è dotato, Basotect viene utilizzato in numerose tipologie di filtri d’aria, sia interni sia esterni, come copertura colorata. Gli elementi acustici personalizzati sono realizzati da Bosig, produttore di sistemi acustici con sede a Gingen (Germania).

 

L’aria di un locale viene aspirata dai filtri airtubeUVC ed esposta a luce UV-C a onde corte, all’interno di un cilindro in acciaio inossidabile schermato. L’effetto germicida dell’energia radiante all’interno di questa banda d’onda neutralizza velocemente virus, batteri, acari e spore di muffa. Allo stesso tempo, i filtri sono estremamente silenziosi e rispettano le norme tecniche previste per i luoghi di lavoro, prevenendo le emissioni sonore che disturberebbero le attività lavorative. Questo, grazie al contributo determinante di Basotect, che offre eccellenti proprietà di abbattimento acustico. I filtri della serie 80 di AirtubeUVC, ricoperti da pannelli colorati Basotech per l’assorbimento acustico, generano un livello di rumore massimo pari a 38 decibel (misurati a una distanza di un metro durante il funzionamento alla massima capacità). A titolo di confronto, gli aspirapolvere e i bollitori convenzionali producono circa 70 decibel di rumore.

 

“I nostri filtri d’aria possono essere utilizzati in qualsiasi luogo di aggregazione, laddove sia impossibile rispettare la distanza minima consigliata o dove l’uso delle mascherine rappresenti un intralcio”, ha commentato Hartmut Weinreich, responsabile del reparto tecnologico di UVCclean. “I filtri riducono notevolmente il rischio di infezione. Studi scientifici hanno dimostrato che l’utilizzo della tecnologia UV-C, secondo le modalità raccomandate dall’azienda produttrice, è estremamente efficace nel ridurre la carica di microrganismi pericolosi, quali i coronavirus. Inoltre, i dispositivi sono estremamente silenziosi, oltre che efficienti e sicuri, anche grazie all’impiego di Basotect che ci ha convinti per le sue eccezionali proprietà di assorbimento acustico, ritardo di fiamma e per le numerose opzioni di design che offre”.

 

La schiuma in resina melamminica ignifuga Basotect è facile da lavorare e modellare: è leggera, flessibile e, allo stesso tempo, dimensionalmente stabile. Inoltre, mostra un’eccellente stabilità al calore e un elevato livello di rifrazione della luce. All’interno di altri modelli di filtri airtubeUVC, UVCclean utilizza varie formulazioni di Basotect G+ nella versione grigio chiaro, che offre ottime prestazioni in termini sia di effetto filtrante sia di assorbimento acustico. Grazie al suo colore, Basotect G+ è meno incline a sporcarsi e questa caratteristica lo rende la scelta ideale per l’edilizia e le applicazioni industriali. “Fino a oggi, molti produttori di filtri d’aria hanno utilizzato schiume convenzionali per ottimizzare le prestazioni acustiche”, ha commentato Dietmar Wingerath del team di vendita europeo di Basotect. “Grazie a Basotect, i filtri airtube hanno stabilito nuovi standard in termini di sicurezza, igiene e contenimento del rumore. I filtri d’aria sono un altro esempio della versatilità della nostra schiuma di resina melamminica, che essendo adatta a essere utilizzata in soluzioni innovative, consente alle aziende di diversi settori di contribuire a risolvere i problemi che la nostra società si trova ad affrontare”.

Condividi: