Notizie per l'industria delle materie plastiche e della gomma. Macplas
Fiere e convegni giovedì, 21 gennaio 2021

La “nuova” Mecspe si amplia e si internazionalizza

La fiera dedicata alle tecnologie per le imprese manifatturiere, Mecspe, ripartirà da BolognaFiere, dove dal 10 al 12 giugno 2021 si svolgerà la sua ventesima edizione all’insegna di digitalizzazione, formazione e sostenibilità.

 

La “nuova” Mecspe si svolgerà su 375 mila metri quadri di superficie espositiva, 18 padiglioni e 12 saloni nell’ottica dell’espansione e dell’internazionalizzazione, aspetto di rilievo soprattutto per l’ambito della subfornitura, sempre più coinvolto nella filiera di fornitori di primo livello di importanti brand della manifattura. La subfornitura sarà tra i protagonisti della kermesse con una grande area, che ospiterà i più importanti fornitori di servizi in conto terzi specializzati nelle lavorazioni meccaniche, elettroniche e della trasformazione delle materie plastiche.

 

“Piccole e medie imprese del manifatturiero, cuore pulsante dell’economia del nostro Paese, insieme ad altri importanti player del settore, hanno reagito con resilienza alla crisi, grazie anche agli investimenti in tecnologie innovative introdotti da tempo e rivelatisi fondamentali nel difficile periodo attraversato. Un nuovo anno adesso attende il comparto e con Mecspe a BolognaFiere siamo pronti a sostenerlo e a continuare a dedicare il massimo impegno con un’edizione nel segno della rinascita, al fianco di PMI, startup, associazioni, ITS e università. La scelta del quartiere fieristico di Bologna è stata una naturale conseguenza del percorso di internazionalizzazione e di espansione della manifestazione. Il trasferimento, infatti, ci consentirà di migliorare ulteriormente lo sviluppo estero, ma anche quello nazionale, consentendo di beneficiare dei collegamenti e delle infrastrutture che rendono il capoluogo emiliano più accessibile ai visitatori che frequentano la fiera”, ha dichiarato Maruska Sabato, project manager di Mecspe.

 

La sfida per il rilancio italiano riparte dunque all’insegna della modernità, guidata dalla propensione all’innovazione delle PMI e da un nuovo polo fieristico più grande, con padiglioni adatti a ospitare una panoramica completa della produzione e della filiera industriale. Uno sguardo al futuro sarà rivolto nell’area Industria 4.0 con i saloni Control Italy, Motek Italy, Power Drive, Logistica, Fabbrica Digitale e Additive Manufacturing, finendo con Eurostampi, Macchine e Subfornitura plastica, gomma e compositi nell’apposita Area Plastica, Gomma e Compositi.

Condividi: