Notizie per l'industria delle materie plastiche e della gomma. Macplas
Marketing venerdì, 16 settembre 2022

Inaugurata la nuova sede di Plantech-CST a Cavezzo

Il 16 settembre è stata inaugurata a Cavezzo (Modena) la nuova sede produttiva di Plantech-CST, società parte del Gruppo Syncro, investimento pianificato per supportare il continuo sviluppo di tecnologie all’avanguardia e l’ingresso in nuovi mercati da parte dell’azienda. Alla cerimonia erano presenti, oltre ai vertici aziendali, la sindaca di Cavezzo, Lisa Luppi, e il governatore dell’Emilia Romagna, Stefano Bonaccini (nella foto in alto rispettivamente terza e quinto da sinistra, insieme a Gabriele Caccia, primo da destra, CEO e presidente di Gruppo Syncro, nel momento del taglio del nastro).

 

In particolare, la nuova struttura permetterà di organizzare e massimizzare l’efficienza di tutti i settori di attività di Plantech-CST. Come in tutte le sedi del Gruppo Syncro, anche in quella di Cavezzo molta cura è stata posta nel design e nella ecosostenibilità di tutti gli spazi produttivi, per creare ambienti di lavoro accoglienti e a misura di ciascun addetto.

 

La nuova sede ospiterà un Tech Center dove clienti e partner potranno vedere e toccare con mano i prodotti del gruppo, offrendo una customer experience all’avanguardia. Prodotti tecnologicamente avanzati verranno progettati e ideati 

secondo la “Zero Waste Mission” del gruppo, all’insegna di una drastica riduzione dei consumi e dell’utilizzo delle materie prime, migliorando qualità e prestazioni dei prodotti finali.

 

Negli ultimi anni Plantech-CST ha registrato una crescita esponenziale, come ha sottolineato il CEO Roberto Pedrazzi: “Siamo un’azienda glocal. A oggi abbiamo realtà produttive in Italia e all’estero in USA, India e Cina, come anche filiali operative in varie aree strategiche del mondo”. Plantech è oggi uno dei principali costruttori di tecnologie e impianti per movimentazione, trasporto, miscelazione e stoccaggio di granuli, scaglie, polveri e liquidi in un'ampia gamma di settori.

Condividi: