Notizie per l'industria delle materie plastiche e della gomma. Macplas
Marketing mercoledì, 2 luglio 2014

Huntsman investe
38 milioni di euro
in Maremma

Il primo luglio Huntsman ha portato a termine i lavori per la realizzazione di un nuovo impianto per solfato di ferro presso il proprio stabilimento che produce biossido di titanio a Scarlino, in provincia di Grosseto. Grazie alla nuova struttura, che ha richiesto un investimento di 38 milioni di euro, sarà possibile utilizzare una gamma più ampia di materie prime per ottenere i pigmenti delle famiglie Tioxide e Altiris, utilizzati, tra l'altro, per la realizzazione di masterbatch colore, rivestimenti resistenti alla luce, cariche e nanocariche nel mondo delle materie plastiche. Inoltre, la produzione di gesso verrà ridotta e gli acidi derivanti dal processo saranno convertiti in prodotti a base di solfato di ferro utilizzabili nel campo del trattamento delle acque, dell'alimentazione animale e del cemento.
Oltre al nuovo impianto per solfato di ferro, EDF Fenice (filiale di EDF Group) ha realizzato anche un'infrastruttura per la cogenerazione di energia e calore, che sarà impiegata per fornire elettricità all'intero sito. Il funzionamento delle nuove strutture dovrebbe ridurre le emissioni di carbonio dell'intero stabilimento di circa il 30%.
"Questo progetto è stato e sarà sostenuto dalle autorità locali e regionali, dal governo locale, dalla Provincia e dalla municipalità. Il loro supporto congiunto è stato un elemento determinante per assicurare l'investimento di Huntsman. Abbiamo creato 15 nuovi posti di lavoro a Scarlino e il 30% circa dell'investimento è stato impiegato con appaltatori locali", ha dichiarato Walter Musso, direttore del sito.
"Il nuovo impianto consentirà di migliorare l'efficienza, la sostenibilità e la redditività del sito, rendendolo più competitivo", ha aggiunto Scott Anderson, vicepresidente di Huntsman Pigments per tecnologie, produzione ed ecoprodotti.
"Per realizzare questo progetto abbiamo lavorato con la società di ingegneria Jacobs e coinvolto quotidianamente 150 appaltatori senza che si verificassero imprevisti o incidenti. Abbiamo raggiunto questo livello eccellente di sicurezza grazie al programma Zero Harm di Huntsman, coinvolgendo tutti gli interessati alle attività del sito", ha concluso Massimo Dini, direttore del team di progetto.
La costruzione era iniziata a marzo 2013. La fase di messa in servizio di tutte le strutture durerà ancora 2-3 mesi e l'impianto entrerà a regime nel terzo trimestre 2014.

Condividi: