Notizie per l'industria delle materie plastiche e della gomma. Macplas
Ambiente martedì, 6 settembre 2022

Coim parte del progetto QRP di Ceflex per lo sviluppo di imballaggi in PP riciclato

Nell’ambito del progetto QRP (Quality Recycling Process) di Ceflex per la produzione di polietilene e polipropilene riciclati di elevata qualità per applicazioni non alimentari partendo da rifiuti di imballaggi flessibili, Coim ha fornito i propri adesivi senza solventi di ultima generazione per la produzione in particolare di buste stand-up in PP.

 

Oltre a Coim, tra i partecipanti al progetto rientrano anche Taghleef Industries, per il film in polipropilene riciclato, Borealis, per il film saldante, Henkel e Sun Chemical, per gli adesivi, Flint Group, per gli inchiostri ed Elba per la realizzazione delle buste, mentre le fasi di spalmatura, accoppiamento, stampa e metallizzazione di tali buste, destinate all’imballaggio non alimentare, sono state realizzate nei competence center di Bobst. I test hanno dimostrato che il polipropilene riciclato è lavorabile senza bisogno di sostituire le tecnologie industriali in uso e che le sue caratteristiche e prestazioni sono comparabili a quelle dei materiali vergini.

 

“La nostra partecipazione ai test realizzati nell’ambito del progetto QRP di Ceflex è una ulteriore dimostrazione dell’impegno concreto di Coim a sostegno dello sviluppo di soluzioni sostenibili, con l’obiettivo ambizioso di agevolare l’economia circolare per il comparto dell’imballaggio flessibile”, ha spiegato Sergio Doldi, direttore tecnico della divisione Adhesives, Coatings, Inks for Flexible Packaging di Coim. “Grazie anche al contributo dei nostri adesivi solvent-less, si è dimostrato come sia possibile realizzare velocemente progressi significativi nell’impiego di materiali riciclati, senza sconvolgere i processi tradizionali di converting”, ha aggiunto Alice Donà, della divisione ricerca e sviluppo Adhesives for Flexible Packaging di Coim.

 

Ceflex (Circular Economy for Flexible Packaging) è un’associazione che raggruppa circa 180 aziende e associazioni europee per la promozione dell’economia circolare degli imballaggi flessibili tramite lo sviluppo di soluzioni tecnologiche avanzate e linee guida per lo sviluppo di materiali compatibili con i processi di riciclo.