Notizie per l'industria delle materie plastiche e della gomma. Macplas
Marketing martedì, 14 dicembre 2021

Coim ottiene la certificazione AEO

Il produttore italiano di specialità chimiche Coim ha ottenuto, con il conferimento del più alto livello, noto come “AA”, lo status di AEOF (Authorized Economic Operator - Semplificazioni Doganali e Sicurezza) da parte della Direzione Centrale di Roma dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Il riconoscimento, che include gli aspetti sia di semplificazione doganale (AEOC) che di sicurezza (AEOS), certifica una situazione di affidabilità specifica di Coim nell’ambito degli scambi internazionali, a valle di un percorso di crescita sulle tematiche doganali e di sicurezza che ha visto l’azienda impegnata negli anni in progetti e investimenti mirati in questi ambiti.

 

L’ottenimento della certificazione AEO riguarda le sedi di Coim a Offanengo (Cremona), San Martino in Strada (Lodi) e Buccinasco (Milano). Si tratta di una certificazione non obbligatorie, ma l’azienda la ha ritenuta fondamentale per incrementare ulteriormente la propria riconoscibilità in termini di affidabilità nei mercati internazionali e, di conseguenza, la propria competitività. Le semplificazioni di cui può beneficiare un soggetto AEO consentono di operare in modo efficiente e collaborativo con l’Agenzia delle Dogane. La certificazione doganale AEO si rivela uno strumento fondamentale per stabilire e mantenere un rapporto fiduciario con l’autorità doganale - consentendole di concentrare i propri sforzi di controllo sui soggetti potenzialmente meno affidabili - godere di un canale di comunicazione diretto con l’amministrazione, affrontare in maniera più decisa i mercati extra-UE e ottimizzare la gestione degli aspetti doganali e di sicurezza in azienda. Vi è inoltre un mutuo riconoscimento della certificazione da parte dei paesi terzi.

 

Anche i fornitori e i clienti di Coim che decidono di ottenere una certificazione AEO sono facilitati dal fatto che l’azienda ne è già dotata. I benefici pratici si accompagnano a benefici indiretti, legati agli aspetti reputazionali dell’azienda nei confronti di enti pubblici, dei partner commerciali e del mercato, nonché alla possibilità di qualificare in modo ancora più preciso i fornitori e clienti con i quali l’azienda desidera collaborare.