Grafe
Notizie per l'industria delle materie plastiche e della gomma. Macplas
Marketing venerdì, 13 marzo 2015

Alimentazione industriale sostenibile

Il 13 marzo, presso il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia di Milano, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della mostra sull’alimentazione industriale sostenibile che Confindustria allestirà nell’ambito di Expo 2015. La mostra sarà il frutto del lavoro congiunto di 10 federazioni e associazioni di categoria nazionali - Assocomaplast, Anima, Assolombarda, Acimit, Anie, Assica, Federchimica, Federalimentare, Federunacoma e Ucimu-Sistemi per produrre - godrà dell’alto patronato del Presidente della Repubblica Italiana e del patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Alla conferenza stampa sono intervenuti il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, il commissario generale di sezione per Padiglione Italia, Diana Bracco, e la project manager del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia, Barbara Soresina, che ha presentato in anteprima il percorso espositivo che ha direttamente progettato e curato. La presentazione è stata chiusa dal ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali con delega a Expo 2015, Maurizio Martina.

L’obiettivo della mostra sarà quello di far conoscere ai visitatori di Padiglione Italia come sia possibile ottenere, rispettando l'ambiente e le risorse del mondo, prodotti alimentari sicuri, di qualità, a prezzi accessibili e in quantità sufficiente per tutti, grazie all'industria e alle sue tecnologie. In un ambiente divertente, il progetto proporrà, con attrazioni creative, ma puntuali, le articolazioni e le connessioni della filiera agro-alimentare italiana. In un percorso di 10 sale sarà possibile vedere come nascono gli alimenti, dal seme nel campo ai prodotti consumati a tavola, e verrà spiegato cosa significano e come si riescono a presentare concetti determinanti come "food  safety" e "food security" - a cui oggigiorno gli imballaggi in plastica offrono un contributo essenziale - senza perdere il gusto delle buone cose della tavola italiana.

Lo spazio, studiato soprattutto per accogliere giovani, scuole e famiglie, insieme al pubblico internazionale, accompagnerà i visitatori in un percorso interattivo ed emozionale verso la consapevolezza che le scelte che gli abitanti della Terra compiono oggi, influenzeranno il cibo di domani.

Condividi: