Notizie per l'industria delle materie plastiche e della gomma. Macplas
Marketing martedì, 22 marzo 2022

Accordo italo-giapponese nel settore della poliammide circolare

Un accordo commerciale esclusivo è stato siglato da Aquafil e Itochu per promuovere e ampliare il settore della poliammide circolare.

 

“La business alliance con Aquafil ci consente di impegnarci nel business circolare del nylon e di rafforzare il nostro apporto ai SDG nel piano di gestione a medio termine denominato “Brand New Deal 2023″. Fin dalla partnership strategica annunciata lo scorso anno, Itochu ha promosso la raccolta degli scarti di nylon, la vendita di prodotti a marchio Econyl e lo sviluppo di nuove applicazioni. Il network di Itochu ha portato progressi in tutti i settori. Per approfondire e accelerare ulteriormente la collaborazione, Itochu ha deciso di investire nel capitale in Aquafil”, ha dichiarato Nobuyuki Tabata, direttore operativo del dipartimento chimico di Itochu.

 

“La business alliance con Itochu è un altro passo nel nostro lungo viaggio e ci offre opportunità e valori per crescere ulteriormente nel business di Econyl attraverso la raccolta degli scarti di nylon e la commercializzazione di prodotti a marchio Econyl. Siamo particolarmente orgogliosi dei progressi finora raggiunti insieme a Itochu e siamo sicuri che la collaborazione tra le nostre società fornirà soluzioni più sostenibili ai mercati”, ha aggiunto Giulio Bonazzi, amministratore delegato e presidente di Aquafil.

 

Aquafil ha creato Econyl Regeneration System nel 2011 per convertire gli scarti in poliammide come reti da pesca, tappeti e rifiuti post industrial in caprolattame (CPL), una materia prima grezza. Attraverso la sua tecnologia proprietaria di depolimerizzazione degli scarti in poliammide, Aquafil elimina completamente le impurità, per ottenere poliammide rigenerata con le stesse caratteristiche dei materiali di qualità vergine.

 

La poliammide a marchio Econyl è completamente realizzata con scarti in poliammide, consentendo una riduzione di emissioni di CO2 fino al 90% rispetto alla poliammide convenzionale ricavata da petrolio greggio. Concentrandosi sulle industrie della moda e dei tappeti, i prodotti a marchio Econyl sono stati scelti come ingrediente sostenibile da oltre 2000 aziende in tutto il mondo.

 

L’accordo con Itochu, grazie alle sinergie che ne deriveranno e alla sua rete globale, permetteranno di rafforzare il posizionamento del marchio Econyl promuovendo ulteriormente la raccolta di scarti in poliammide su scala globale, nonché la vendita e lo sviluppo di prodotti a marchio Econyl sia nelle sue applicazioni più tradizionale sia in quelle maggiormente innovative. Inoltre, nel solco delle strategie orientate dalla circolarità di entrambe le parti dell’accordo, verranno sviluppate e implementate soluzioni innovative basate su progetti di ecodesign.