Notizie per l'industria delle materie plastiche e della gomma. Macplas
Marketing mercoledì, 17 marzo 2021

A Monza il primo laboratorio per studenti in Italia dotato di cobot

Con il sostegno di Assolombarda, Fondazione Massimo Brigatti e Fondazione Camerani e Pintaldi, a Monza è stato allestito RoboLab, un laboratorio di robotica equipaggiato con robot collaborativi (cobot) di ABB: uno Yumi a due bracci e due Yumi Single Arm, progettati per i processi di assemblaggio di piccoli componenti e per lavorare in tutta sicurezza accanto agli operatori.

 

In programma fino al 7 maggio, dopo un primo corso relativo all’utilizzo dei cobot, con i soli docenti delle scuole dell’area di Monza Brianza, sono stati pianificati altri tre corsi (robotica collaborativa base, robotica collaborativa avanzata e visione), coinvolgendo anche gli studenti, a cui, tra questi ultimi e i professori, hanno aderito oltre 1000 persone. A fronte del grande interesse suscitato, l’invito ai corsi è stato allargato anche a tutti i docenti a livello nazionale, a cui hanno risposto circa 250 docenti di 50 istituti di 12 Regioni. Tutti i corsi online sono stati organizzati da Loris Latassa e Lorenzo Chiesa dell’Istituto Majorana di Seriate (Bergamo), con cui ABB collabora da diversi anni, e sono disponibili sulla piattaforma Sofia del MIUR, che permette il riconoscimento dei crediti agli insegnanti con frequenza almeno del 75% delle ore complessive. 

 

Il RoboLab di Monza è dunque uno spazio sicuro dove i docenti delle scuole dell’area di Monza Brianza possono tenere lezioni teorico-pratiche di robotica. La semplicità di programmazione dei cobot permette di insegnare i loro movimenti e le loro posizioni in modo facile e veloce. Il laboratorio è anche uno spazio virtuale che permetterà ai docenti di aggiornare le proprie conoscenze nel campo della robotica collaborativa.

 

“Questo progetto ha offerto un’importante possibilità di aggiornamento a tutti i docenti coinvolti, che ci hanno espresso un forte apprezzamento per l’iniziativa rimarcando la ricaduta molto positiva sul percorso di formazione dei loro studenti. Abbiamo quindi esteso questa opportunità a livello nazionale, ricevendo un elevato numero di adesioni da parte di docenti di tutta Italia, questo ci conferma che ci stiamo muovendo nella giusta direzione”, ha dichiarato Maurizio Lepori, education manager di ABB che ha guidato l’implementazione delle stazioni robotizzate del laboratorio.