News for the plastics and rubber industry. Macplas
Marketing Thursday, 9 September 2021

Piovan archivia con soddisfazione il primo semestre 2021

Il consiglio di amministrazione di Piovan, riunitosi l’8 settembre, ha approvato la relazione finanziaria semestrale consolidata la 30 giugno 2021.

 

“I risultati eccellenti ottenuti in questo primo semestre 2021 confermano la bontà della strategia del gruppo nel lungo periodo e delle scelte effettuate dal management nella gestione della pandemia - periodo nel quale il Gruppo Piovan grazie alla sua presenza capillare e globale è stato in grado di supportare da vicino i propri clienti, aumentando la propria quota di mercato e rafforzando ancora di più le relazioni commerciali”, ha dichiarato il presidente esecutivo Nicola Piovan (foto al centro).

 

“Siamo orgogliosi di questi risultati, ma ancora di più dei riconoscimenti ottenuti dal Gruppo Piovan nell’ambito della sostenibilità e dell’economia circolare, uno su tutti la presenza di InspectaBe tra i finalisti nella categoria Machinery del prestigioso Sustainability Award 2021 organizzato dalla rivista di settore Packaging Europe. Il Gruppo Piovan, oltre a perseguire la strategia di crescita organica e attraverso acquisizioni, intende rafforzare ulteriormente gli investimenti nelle tecnologie per l’utilizzo della plastica riciclata e nella sostenibilità più in generale”, ha aggiunto l’amministratore delegato Filippo Zuppichin.

 

Nel primo semestre 2021 il Gruppo Piovan ha realizzato ricavi e altri proventi per un ammontare pari a 145,9 milioni di euro, che, rispetto ai 102,6 milioni di euro del primo semestre del 2020, corrispondono a un aumento del 42,2% (30,1% a parità di perimetro di consolidamento ed escludendo alcune poste non ricorrenti). Per quanto riguarda la dinamica dei ricavi per mercato si rileva che i ricavi dai sistemi per il mercato Plastic sono aumentati del 34,4% rispetto allo stesso periodo dell’esercizio precedente, sul quale avevano inciso le restrizioni alla mobilità legate al Covid-19, con ritardi nella consegna e installazione di alcune commesse.

 

In termini geografici, i ricavi realizzati nell’area Emea sono cresciuti del 51,2% rispetto al primo semestre 2020. La crescita, che riguarda tutti i mercati, beneficia dell’ottima prestazione del settore Food & non plastic (+128% nei primi sei mesi del 2021 rispetto all’analogo periodo del 2020). Asia e Nord America sono cresciute nel 2021 rispettivamente del 22,4% e del 25,5% rispetto al 2020, con ricavi in aumento sia nel mercato Plastic che nel Service. Il Nord America beneficia del trend di crescita del gruppo nel Food & non plastic, i cui ricavi incidono oltre il 6% sul totale dell’area (0,2% nel corrispondente periodo dell’esercizio 2020). Anche il mercato sudamericano ha realizzato prestazioni molto positive (+37,9% di ricavi rispetto al primo semestre 2020), grazie soprattutto ai ricavi realizzati nei mercati Food & non plastic (+170%) e Services (+38%).

 

Per quanto concerne l’analisi dei risultati operativi e netti consolidati, l’Ebitda, in miglioramento in termini sia assoluti che di incidenza percentuale sui ricavi, ha raggiunto i 23,3 milioni di euro (15,9% dei ricavi del periodo), in aumento del 77,9% rispetto ai 13,1 milioni di euro al 30 giugno 2020 (+52,4% a parità di perimetro di consolidamento ed escludendo alcune poste non ricorrenti). L’Ebit (Risultato Operativo) pari a 19,7 milioni di euro (con un’incidenza sui ricavi del 13,5%), risulta in aumento del 90,8% rispetto ai 10,3 milioni di euro al 30 giugno 2020. Il risultato netto consolidato è risultato invece pari a 14,7 milioni di euro (con un’incidenza sui ricavi del 10,0%), rispetto ai 7,2 milioni di euro al 30 giugno 2020.

 

La posizione finanziaria netta consolidata risulta positiva e pari a 2,4 milioni di euro, sostanzialmente in linea rispetto al 31 dicembre 2020 al netto di alcune riclassificazioni contabili e in miglioramento se confrontata con la posizione al 30 giugno 2020, quando si attestava a un valore negativo pari a 2,9 milioni di euro. Escludendo gli effetti dell’applicazione dell’IFRS (International Financial Reporting Standard) 16, la posizione finanziaria netta consolidata positiva al 30 giugno 2021 si attesterebbe a 12,8 milioni di euro, rispetto ad un valore positivo di 14,4 milioni di euro al 31 dicembre 2020.