News for the plastics and rubber industry. Macplas
Technology Tuesday, 16 February 2021

Piattaforma Argo 500 per la stampa 3D: tecnologia, servizi e supporto ingegneristico

L’azienda italiana Roboze è stata capace in poco tempo di trasformare la stampa 3D grazie alle sue stampati avanzate basate su una delle tecnologie più precise al mondo che consente di lavorare super polimeri ad alta temperatura e resistenza e materiali compositi per produrre parti funzionali finite da utilizzare nelle condizioni e nei settori più diversi. Adesso l’azienda presenta un programma per accedere alla sua piattaforma Argo 500 per la stampa 3D con una formula “tutto incluso”, che mette a disposizione delle aziende servizi avanzati e supporto ingegneristico per questa tecnologia produttiva.

 

Convinta che acquistare una stampante 3D non basti per accelerare la digitalizzazione dei propri processi aziendali, Roboze si è attivata con l'obiettivo di trasferire il proprio know-how e consentire di beneficiare rapidamente di tutti i vantaggi connessi all’adozione delle stampa 3D. Novità lanciata in Europa e America, con Argo 500 le aziende potranno accedere alla piattaforma e ai servizi chiave e al supporto tecnico a essa connessi.

 

Alessio Lorusso, fondatore e CEO di Roboze spiega i motivi di questa iniziativa: “Oggi è il momento di riportare la produzione al punto di utilizzo. Le carenze della supply chain durante il Covid-19 hanno solo amplificato ulteriormente questa esplicita necessità. Il re-shoring della produzione consentirà alle aziende di far crescere le proprie capacità di produzione additiva in-house e le competenze ingegneristiche. Il programma “Subscription” ci permette di sostenere gli innovatori che condividono la nostra visione. Insieme ai nostri clienti e partner possiamo plasmare la prossima era della produzione. La tecnologia Roboze è il cambiamento che tutti abbiamo cercato e sperato".

 

L’iniziativa mira a decentralizzare la produzione assecondando il bisogno di cambiamento richiesto dal mondo intero in questo periodo difficile che ha messo evidenziato i punti deboli della catena di fornitura globale, dove spesso i componenti sono prodotti in grandi quantità, in centri lontani dal consumatore finale e spediti in tutto il mondo. Con un'elevata domanda di applicazioni di sostituzione del metallo in molteplici settori, è necessario riportare la produzione al punto di utilizzo. Non solo la produzione locale on-demand ridurrà i tempi di consegna, ma aiuterà anche a ridurre l'impatto delle emissioni di CO2.

Il programma è già attivo e personalizzabile in base alle esigenze e ai fabbisogni degli utenti.