News for the plastics and rubber industry. Macplas
Technology Thursday, 9 June 2022

Bausano nomina un nuovo responsabile tecnico

Il costruttore di Rivarolo Canavese (Torino), Bausano, ha affidato il ruolo di responsabile tecnico a Massimiliano Fenili (nella foto a sinistra), che avrà il compito di sovraintendere alla progettazione di impianti per le diverse aree applicative: granuli, tubi, profili, WPC, medicale e riciclo. La nomina di Fenili rientra in un progetto di più ampio respiro che vede Bausano impegnata nel potenziare il proprio team. L’elevata competenza del nuovo responsabile tecnico nella tecnologia per l’estrusione di tubi è in linea con la strategia aziendale di posizionarsi tra i principali operatori in tale settore.

 

“In generale, possiamo affermare che la domanda si stia orientando verso soluzioni a più alta efficienza. Questo si traduce in un incremento della richiesta di tubi in polietilene, un materiale che garantisce importanti benefici in termini di riduzione dei tempi di posa e di costi, anche fino al 50%, grazie alla sua flessibilità, facilità di installazione e alla possibilità di posa senza scavo con tecnologia “trenchless” o senza letto di sabbia”, spiega Fenili a proposito degli ambiti applicativi che vedono un impiego sempre più diffuso di tubi in materie plastiche. “In particolare, il PE100 RC trova frequente impiego in virtù di superiori prestazioni meccaniche, della resistenza alle abrasioni esterne, della riduzione della propagazione delle fessurazioni e della resistenza alle alte pressioni. Per citare due degli ambiti in cui è cresciuta la domanda, possiamo senz’altro considerare il settore delle infrastrutture, con tubazioni per gas e acqua in pressione e non, e quello delle telecomunicazioni. Il primo richiede soprattutto tubi multistrato in grado di assolvere diverse funzioni, dalla resistenza alle alte pressioni fino alla riduzione dei costi di posa. Nel comparto delle telecomunicazioni, invece, la diffusione della fibra ottica a livello domestico ha incentivato lo studio di nuove tipologie di tubazioni e posa, dal singolo “microduct” alle strutture bundle, fender e round”.

 

“Oltre al polietilene sopra citato”, prosegue Fenili, “sono sicuramente in forte espansione i tubi multistrato in polipropilene, che coniugano massima flessibilità e resistenza a diverse condizioni climatiche in grado di assolvere diverse funzioni: dall’attenuazione del rumore per le tubazioni di scarico, alla capacità di resistere a temperature molto basse. Inoltre, la combinazione di PVC e polipropilene è spesso scelta come alternativa per contenere i costi. Accanto a PE e PP, si distinguono anche PEX, PERT e PB, utilizzati in ambito sanitario soprattutto nelle versioni multistrato con barriera all’ossigeno. Mentre il C-PVC, in particolare, è già diffuso in India e ha un mercato molto ampio negli Stati Uniti. Infine, i tubi termoplastici rinforzati (RTP), ideali per settori come l’oil & gas, sono prodotti verso cui sta crescendo un forte interesse”.

 

In merito alle innovazioni tecnologiche su cui si concentrerà il potenziamento della divisione tubi di Bausano, Massimiliano Fenili (nella foto a destra insieme al vicepresidente di Bausano, Clemente Bausano) spiega che, “in primo luogo, l’area ricerca e sviluppo sarà impegnata nell’ampliamento della gamma di linee di estrusione per tubi con un diametro fino a 1200 mm. Lo scopo principale è di supportare i clienti nel raggiungere i loro obiettivi, mediante la definizione del corretto setup delle macchine con la conseguente raccolta di dati e la relativa definizione di KPI di produzione. In quest’ottica, giocano un ruolo fondamentale la digitalizzazione e l’Industria 4.0. Un esempio di come Bausano sta rispondendo a queste nuove esigenze è lo sviluppo del software Orquestra, un sistema di controllo centralizzato che permette un monitoraggio continuo e real time delle performance, anche in termini di manutenzione predittiva, garantendo livelli sempre più elevati di efficienza. Questi, a loro volta, sono affini al tema della sostenibilità che, nelle sue diverse declinazioni, ricopre un ruolo sempre più centrale, di cui Bausano è già precursore. Ne è un esempio lo Smart Energy System, il sistema di riscaldamento del cilindro a induzione, grazie a cui è possibile limitare l’usura del macchinario e raggiungere un risparmio energetico del 35%. Inoltre, la riduzione degli scarti di produzione è un ulteriore aspetto su cui l’azienda investe: da un lato, dotando i propri estrusori di tecnologie avanzate e, dall’altro, con lo sviluppo di linee di estrusione in grado di rigenerare residui industriali in-house o scarti domestici post consumo”.

 

“Il team in cui entro a far parte è eterogeneo, dinamico e connotato da consolidate esperienze e competenze trasversali. Un aspetto fondamentale per garantire una forte integrazione tra i diversi dipartimenti e favorire l’innovazione di prodotto e di processo. Allo stesso tempo, ciò permette di offrire ai clienti una consulenza pre e post vendita di altissimo livello. Infine, il team avrà l’incarico di coordinare le attività della ricerca e sviluppo, in accordo con le linee strategiche di sviluppo e crescita di Bausano in nuovi mercati, come gli Stati Uniti”, conclude Fenili illustrando gli obiettivi di Bausano a lungo termine.