Saldatrici manuali

Versatilità per coprire una vasta gamma di applicazioni

Tecnologia - giovedì, 2 novembre 2017

La pratica saldatrice manuale ad aria calda Triac di Leister è disponibile in due modelli: ST, con gestione di temperatura e flusso d’aria tramite potenziometro, e AT, con display elettronico e gestione ad anello chiuso dei parametri di saldatura. Entrambi i prodotti sono caratterizzati da design curato ed elevate prestazioni tecniche.

Semplicità, affidabilità e versatilità sono le caratteristiche distintive di Triac ST. Temperatura e portata dell’aria vengono gestite tramite un potenziometro, adattando in modo semplice e veloce i parametri di saldatura alla specifica applicazione, che si tratti di saldare un manto impermeabilizzante su una copertura o in una piscina, di eseguire un cordone di saldatura su un manufatto in materiale termoplastico o di saldare le fughe in un pavimento alto-resiliente. La versatilità del modello ST è completata dalla disponibilità di più di 80 ugelli di disegno diverso che consentono di creare la propria versione sulla base delle specifiche esigenze di lavoro. L’apparecchio robusto e leggero (non supera il chilogrammo di peso) è studiato per essere perfettamente bilanciato, e la sua impugnatura ergonomica bicomponente permette all'utilizzatore una presa perfetta e sicura. Per chi usa saldatrici manuali a livello professionale i benefici sono evidenti in termini di comfort e ridotto affaticamento.

AT (nella foto) è il modello di punta, con un display elettronico di facile lettura e la gestione ad “anello chiuso” di temperatura e portata d’aria. Grazie al display l’operatore può leggere in qualsiasi momento il valore della temperatura dell’aria a cui l’apparecchio sta lavorando, evitando errori dovuti a impostazioni non corrette dei parametri di saldatura. La gestione ad “anello chiuso” consente un rispetto rigoroso dei parametri impostati, azzerando l’effetto di condizioni ambientali che cambiano nel corso della giornata ed entro certi limiti anche di fluttuazioni nell’alimentazione elettrica (cadute di tensione in cantiere). Anche Triac AT offre caratteristiche di elevata ergonomia e versatilità, condividendo con il modello ST stesso involucro esterno e stessa parte soffiante. La qualità di questa saldatrice è garantita dal rigido processo di controllo a cui è sottoposta prima di essere commercializzata sui mercati internazionali.

Nell'ingegnerizzazione dei due modelli nulla è stato lasciato al caso, nemmeno gli aspetti legati alla pulizia e alla rimozione della polvere. I filtri di aspirazione dell’aria sono di semplice pulizia, per poter eseguire senza difficoltà quest’operazione fondamentale per mantenere efficiente e in buono stato l'elettroutensile. Il design innovativo del motore e della turbina è un altro elemento distintivo di questo modello, che per proteggere il collettore e la resistenza monta spazzole a carboncini con arresto automatico. La vita utile dell’apparecchio ne beneficia in modo apprezzabile.


Torna alla pagina precedente