Solvay
Impianti chiavi in mano per la gomma

Si scrive versatilità, flessibilità e velocità, si legge qualità

Tecnologia - lunedì, 4 novembre 2019

I processi per la produzione di pneumatici, tubi, articoli tecnici, isolanti e guarnizioni (anche magnetiche) hanno in comune la necessità di movimentare diversi tipi di polimeri, nero fumo, cariche bianche e oli. L’industria della gomma prevede diverse fasi di lavorazione: dalla preparazione del polimero alla realizzazione di una mescola con l’aggiunta di agenti chimici, fino alla formatura, ossia al conferimento della forma desiderata per estrusione o stampaggio.

 

Qualsiasi siano le esigenze degli operatori e dei relativi cicli di lavorazione, Ergomec, azienda italiana e parte della holding Pegaso Industries, ha raggiunto un alto livello d’innovazione nella realizzazione di impianti per la lavorazione della gomma con cui rispondere alle diverse esigenze dei trasformatori. I suoi impianti chiavi in mano prevedono l’estrazione, il trasporto meccanico o pneumatico e il dosaggio delle materie prime e si basano su una tecnologia frutto di una continua ricerca per garantire elevate prestazioni.

 

Gli impianti del costruttore per l’estrazione, lo stoccaggio, il trasporto, la movimentazione, il dosaggio e la miscelazione di nero di carbonio, cariche bianche, olii e polimeri risultano altamente flessibili, per adattarsi alle esigenze dei trasformatori. Il processo di dosaggio è completamente automatizzato e corredato da un software specifico, per consentire una corretta verifica del procedimento e il controllo dei consumi. La tecnologia proprietaria consente inoltre la formulazione di ricette e il microdosaggio degli additivi. Contraddistinti da elevata precisione, grazie all’utilizzo di sistemi elettronici di pesatura all’avanguardia, i dosatori Ergomec garantiscono il dosaggio sia volumetrico sia gravimetrico, continuo oppure intermittente.

 

Tra le recenti soluzioni rientra un impianto per il trasporto di nero di carbonio e carbonato e l’alimentazione di un miscelatore chiuso a rotori, tramite coclee. Per il nero di carbonio è stato scelto un sistema di trasporto in fase densa, al fine di preservare l’integrità del materiale, mentre per il carbonato è stato impiegato un trasporto in fase diluita, a volo. L’alimentazione del banbury prevede anche l’aggiunta di microcomponenti.

 

L’esatta conoscenza dei processi di lavorazione della gomma e il know-how acquisito, permettono a Ergomec di offrire impianti per la movimentazione di materie prime altamente versatili, flessibili e di facile e rapida manutenzione. Le soluzioni proposte prevedono sistemi di dosaggio certificati, affidabili e caratterizzati da un’elevata precisione tecnologica.


Torna alla pagina precedente