RCS si affida a Stadler

Selezione e riciclo di bottiglie in PET con rimozione delle etichette

Tecnologia - mercoledì, 1 luglio 2020

Azienda tedesca specializzata nella costruzione di macchine e impianti per il riciclo. Stadler è impegnata nel costante sviluppo di soluzioni che massimizzino l’efficienza del processo e la qualità dei prodotti finali. Oggi vanta oltre 20 impianti per la selezione di bottiglie e contenitori in plastiche miste installati in tutto il mondo, di cui più di 10 dedicati esclusivamente al PET, destinato a diventare il materiale riciclato più importante, come ha spiegato Roland Göggel, direttore vendite di Stadler: "Grazie alle nuove normative europee, entro il 2025 le bottiglie per bevande dovranno avere il 25% di contenuto riciclato che diventerà il 30% entro il 2030".

 

Per competere con i materiali vergini, il PET riciclato ha bisogno di processi efficienti e deve garantire prodotti finali di alta qualità. "Conosciamo la tecnologia di processo per l'intero ciclo di vita del materiale. Ciò significa che possiamo progettare la combinazione ottimale di tecnologie e utilizzarle in modo più efficace anche in considerazione del rapporto costi/benefici per il cliente", ha aggiunto Göggel,

 

Per questo, il riciclatore tedesco RCS ha recentemente affidato a Stadler l’ammodernamento dell’intero impianto di Werne (Germania). "Stadler ci ha offerto il pacchetto intero, gestito e realizzato dal proprio personale. La loro consulenza è stata impeccabile e i loro esperti tecnici ci hanno consigliato non solo su tecnologia e processi da utilizzare, ma anche sulla possibilità di adattarli alle nostre esigenze specifiche", ha commentato Alexander Rimmer, CEO di RCS.

 

Per questo progetto, Stadler, avendo constatato che i produttori di bottiglie in PET utilizzano sempre più spesso le etichette "full body", ha individuato come sia necessario rimuovere l’etichetta prima della selezione. A tal fine, ha sviluppato un sistema di rimozione delle etichette (delabeler), un nuovo dispositivo di rimozione delle etichette appunto, che è stato inserito nell’impianto di RCS all'inizio della linea, con grande soddisfazione di Alexander Rimmer: "Con il delabeler di Stadler le etichette vengono tolte e le bottiglie in PET sono meno danneggiate e la resa e i tassi di purezza aumentano significativamente”.


Torna alla pagina precedente