Additivo antimigrazione al silicone

Prestazioni antiattrito di lunga durata per i film BOPP

Materiali - martedì, 13 febbraio 2018

Le cere organiche come la erucamide vengono ampiamente utilizzate nella produzione di film BOPP da imballaggio grazie alle loro buone proprietà antiattrito. Tuttavia, queste cere migrano facilmente e in maniera continua dalla superficie del film. La migrazione può influenzare l’aspetto e la qualità del materiale da imballaggio in quanto aumenta il grado di opacità dei film trasparenti. Inoltre, può avere un impatto negativo su processi a valle dell’estrusione come la stampa, dal momento che l’additivo antiattrito, nella fase di avvolgimento e nel periodo di magazzinaggio del film, si trasferisce dal lato trattato con l’additivo al lato sottoposto a trattamento corona. Altri problemi sono la sensibilità alle alte temperature e la progressiva degradazione delle proprietà antiattrito.

Per contrastare questi problemi, Dow Performance Silicones ha recentemente lanciato il nuovo masterbatch HMB-6301, una soluzione esclusiva in attesa di brevetto basata sulla tecnologia al silicone Dow Corning, la quale assicura prestazioni antiattrito stabili a lungo termine senza problemi di migrazione, oltre a facilitare il processo di produzione degli imballaggi in film polipropilene orientato biassalmente (BOPP).

Questa tecnologia avanzata basata sul silicone risolve i principali problemi determinati dagli agenti antiattrito, tra cui la migrazione continua dalla superficie del film e la degradazione dovuta all’azione del tempo e all’esposizione alle temperature elevate. Il masterbatch HMB-6301 offre un vantaggio ai trasformatori e converter di film BOPP per il fatto che abbassa il coefficiente di attrito del film, ottimizzando in tal modo l’efficienza di produzione degli imballaggi, e migliorando i processi di stampa e metallizzazione per ottenere imballaggi attraenti e di alta qualità.

“L’attrito rappresenta un problema ricorrente nella produzione di imballaggi in film BOPP (ad esempio nelle operazioni di formatura, riempimento e sigillatura) dal momento che può influenzare negativamente l’aspetto del film, causare deformazioni e perfino rotture, con l’interruzione del ciclo di produzione”  afferma Christophe Paulo, responsabile globale di segmento presso Dow Performance Silicones. “Il nuovo masterbatch HMB-6301 di Dow Corning non solo risolve questi problemi, ma è anche in grado di superare i limiti associati ai tempi di magazzinaggio e alla temperatura, oltre ad eliminare ogni preoccupazione relativa alla migrazione dell’additivo, consentendo quindi di massimizzare la qualità, l’affidabilità e la produttività”.

Diversamente da altri additivi antiattrito, l’HMB-6301 viene applicato solamente sullo strato esterno del film BOPP. Dal momento che non è soggetto a fenomeni di migrazione, non si verifica alcun trasferimento dal lato del film trattato con il silicone a quello sottoposto a trattamento corona. Evitando ogni effetto sulla tensione superficiale del lato sottoposto a trattamento corona, questa soluzione salvaguarda la qualità della stampa e della metallizzazione. La tecnologia Dow non subisce l’azione del tempo e della temperatura, e quindi le eccellenti proprietà antiattrito rimangono inalterate. Inoltre, l’additivo non provoca efflorescenza e non influenza negativamente le proprietà ottiche dei film trasparenti.

Il masterbatch HMB-6301 di Dow Corning è stato messo a punto per i film BOPP e PP colati utilizzati principalmente nella produzione di sacchetti, confezioni, imballaggi e buste per alimenti, ed è conforme alle norme europee sui materiali a contatto con gli alimenti. Inoltre l’additivo è attualmente in fase di approvazione per il contatto con gli alimenti presso l’ente statunitense FDA. E’ adatto per le linee di stiro che operano in sequenza e per quelle funzionanti in simultanea.


Torna alla pagina precedente