Il know-how di Baruffaldi al servizio dell’emergenza sanitaria

Nascono a Fusignano le mascherine chirurgiche per la Romagna

Tecnologia - martedì, 12 maggio 2020

Dall’evoluzione del know-how di Baruffaldi Plastic Technology nasce la linea automatica MM100 per la produzione di mascherine chirurgiche, il cui primo esemplare sarà pronto a giugno e destinato alla società Codice, che come il costruttore ha sede a Fusignano (Ravenna).

 

“Abbiamo pensato di applicare le nostre tecnologie alle necessità di questo difficile e complesso momento, venendo anche incontro all’esigenza di tenere basso il costo del prodotto finito grazie a una macchina ad alta produttività”, ha dichiarato l’amministratore delegato Alberto Dosi.

 

Con questa nuova macchine possono essere prodotte 100-120 mascherine chirurgiche al minuto in tessuto non tessuto (TNT) a tre strati: quello esterno in TNT spunbond conferisce resistenza meccanica alla mascherina, quello intermedio in TNT meltblown funge da filtro e quello interno ancora in TNT spunbond protegge il volto. I tre strati sono saldati con un esclusivo sistema a ultrasuoni in modo che la mascherina assicuri buona permeabilità all’aria ed eccellente filtrazione di polvere e agenti patogeni secondo le norme e i requisiti tecnico-chirurgici, pur risultando morbida e comoda da indossare.

 

Sviluppato in smart working a tempo di record e in costruzione seguendo tutte le norme di sicurezza previste dal Governo per le attività produttive, la linea è subito stata inserita nell’offerta di Baruffaldi Plastic Technology, che già fornisce le proprie linee al settore biomedicale, per esempio, per la produzione di tubi per respiratori.


Torna alla pagina precedente