BANDERA
Disposizioni Saso

Le esportazioni verso l’Arabia Saudita soggette a vincolo ambientale

Marketing - giovedì, 11 gennaio 2018

A partire dal 12 dicembre 2017 il governo saudita ha introdotto nuove e più stringenti regole per tutti i manufatti in polietilene e polipropilene di spessore inferiore a 250 micron (0,025 cm), compresi gli imballaggi, che entrano nel paese.

I prodotti in polietilene e polipropilene di spessore inferiore a 250 micron, con alcune eccezioni per quelli impiegati in ambito medicale e alimentare, destinati alle esportazioni verso l’Arabia Saudita devono essere contrassegnati con il logo per la plastica oxobiodegradabile. Secondo le disposizioni della competente organizzazione saudita - Saudi Standards, Metrology and Quality Organization (Saso) - gli articoli in PP e PE rientranti negli standard di spessore e di applicazione come sopra definiti devono essere prodotti in materiali oxobiodegradabili ammessi. Per tali prodotti e imballaggi sono previsti controlli alla dogana per verificarne la conformità alle nuove norme che impongono di contenere un masterbatch oxobiodegradabile di un fornitore autorizzato dal governo saudita stesso.

È quanto indica una specifica del regolamento delle autorità doganali saudite. In tal senso, a partire dal 12 dicembre 2017, i prodotti presenti nella lista dei codici del sistema armonizzato, nonché il materiale di imballaggio per le spedizioni, devono essere provvisti, gradualmente, del logo “biodegradabile”. Senza tale logo, i prodotti non possono essere esportati verso l’Arabia Saudita. Per poter utilizzare il logo, gli importatori e i produttori necessitano una licenza da parte dell’organizzazione responsabile Saso. Al contempo, l’esportatore deve produrre una lettera con cui si impegna a seguire le disposizioni in materie di prodotti in plastica biodegradabili anche per le spedizioni future.

Lo specifico regolamento e maggiori dettagli inerenti alle procedure per la registrazione, una lista dei prodotti in polietilene e in polipropilene soggette a vincolo e i laboratori autorizzati per la licenza di esportazione del prodotto interessato sono disponibili sul portale della competente autorità saudita (Saso).


Torna alla pagina precedente