Collettiva Amaplast a Chinaplas 2018

La tecnologia italiana protagonista a Shanghai

Marketing - martedì, 10 aprile 2018

Ospiterà una sessantina di aziende italiane, su una superficie di circa 2 mila metri quadrati la collettiva nazionale alla trentaduesima edizione di Chinaplas (Shanghai, 24-27 aprile 2018), organizzata da Amaplast (l'associazione di categoria, aderente a Confindustria, che raggruppa circa 170 costruttori di macchine, attrezzature e stampi per materie plastiche e gomma).

“Chinaplas rappresenta la più importante manifestazione fieristica di tutto il continente asiatico e la seconda al mondo per l’industria delle materie plastiche e della gomma e la consistente partecipazione italiana in collettiva conferma questo fatto, così come l’importanza del mercato cinese per i nostri costruttori di macchinari”, sottolinea Alessandro Grassi (nella foto in basso), presidente Amaplast.

Nel 2017, l’export italiano di settore verso la Cina si è attestato a circa 135 milioni di euro, registrando una lieve flessione (-2,5%) rispetto al 2016. Occorre però sottolineare che, in controtendenza rispetto all’andamento generale, sono aumentate le forniture di macchine per la trasformazione primaria, ovvero impianti spesso personalizzati e a elevato contenuto tecnologico. Infatti, la produzione interna cinese di tali tipologie di macchinari non è sufficiente - né è tecnologicamente sofisticata - per soddisfare la crescente domanda locale, stimolata anche dalle direttive del Governo per l’implementazione di sistemi produttivi in chiave “Industria 4.0”.

Nonostante Chinaplast 2018 si svolga, per la prima volta, nel nuovo quartiere fieristico National Exhibition and Convention Center di Hongqiao, ben più ampio di quello a Pudong che ha ospitato fino al 2016 la tappa a Shanghai della mostra (in alternanza con Canton), e pur avendo incrementato di quasi il 20% rispetto a due anni fa l’area prenotata per la collettiva nazionale, non è stato possibile soddisfare tutte le richieste di spazio da parte di aziende italiane interessate a esporre alla specializzata cinese, a causa della lunga lista d’attesa che l’organizzatore di Chinaplas (Adsale Exhibition Services) continua a dover fronteggiare.

Oltre ai numerosi espositori presenti in collettiva, tra cui figurano Amut, Bandera, Bausano, BG Plast, Biesse, Borghi, Carlassara, Cattorini, Cemas Elettra, CMS, Colines, Comerio Ercole, Crizaf, Dega, Electronic Systems, Frigosystem, GAP, Gefran, Helios Italquartz, Icma San Giorgio, Industrial Frigo, IPM, Itib Machinery, Maris, Moretto, Omipa, Omso, Piovan, Plas Mec, Plastic Systems, Promixon, Rodolfo Comerio, Sacmi Imola, Sica, Sima, SimPlas, Sorema, ST Soffiaggio Tecnica, Tecnomagnete, Tecnomatic, Tecnova, Termostampi, Union, Zambello Riduttori, almeno una ventina di altre aziende italiane sarà presente a Chinaplas 2018, anche attraverso gli stand dei propri agenti o filiali locali. Lo stand Amaplast a Chinaplas 2018 sarà il C63 nel padiglione 2H.


Torna alla pagina precedente