Composites Europe 2017

L’industria mondiale dei materiali rinforzati si è ritrovata a Stoccarda

Materiali - venerdì, 6 ottobre 2017

Dal 19 al 21 settembre si è svolta a Stoccarda Composites Europe, la fiera dedicata ai materiali compositi, alle tecnologie per la loro lavorazione e alle loro applicazioni. I visitatori dell’edizione 2017 della manifestazione sono stati 8342, di cui il 40% esteri provenienti da 63 paesi diversi. Nel corso dell’evento è stata presentata la ricerca di mercato “Lightweight Construction as Innovation Driver” sulle strutture leggere come fattore trainante dell’innovazione.

 

Eccellenti prospettive

I materiali compositi sono leggeri, stabili, resistenti alla corrosione e richiedono poca manutenzione, proprietà, queste, che evidenziano per tutta l’industria di riferimento prospettive eccellenti. Le costruzioni automobilistiche, l’industria aerospaziale e l’edilizia sono i principali settori che trainano la domanda dei compositi rinforzati con fibre. I volumi di produzione dei compositi rinforzati con fibra di vetro (GFRP), che con una quota di mercato del 95% rappresentano di gran lunga il principale gruppo di questi materiali, nel 2016 hanno evidenziato una crescita del 2% rispetto al 2015. La Germania, il mercato più ampio d'Europa per i compositi, ha registrato un aumento della produzione leggermente superiore alla media (3%). Nel complesso, sono state prodotte 1,12 milioni di tonnellate di GFRP, come indicano i risultati della ricerca di mercato 2017 sui compositi pubblicata da AVK, la federazione tedesca delle resine rinforzate con fibre.

"I compositi come materiali e l'intero comparto industriale a essi associato possiedono ancora enormi potenzialità, che in molti casi devono ancora essere pienamente esplorate", ha affermato Elmar Witten, direttore generale di AVK. Le aziende stesse esprimono una visione ottimistica del futuro. Secondo l'ultima analisi semestrale sul mercato dei compositi in Germania, solo l'1% degli intervistati si aspetta di diminuire il loro impegno nel settore, mentre poco meno della metà prevede un incremento dell’incidenza dei compositi sui rispettivi fatturati.

 

406 espositori e 8342 visitatori

Queste prospettive positive nei riguardi del mercato si sono riflesse anche sull’edizione di quest'anno di Composites Europe, che nella sua veste di fiera di primo piano in Europa tenuta nel maggiore mercato continentale dei compositi, ha messo in vetrina l'intero processo produttivo, dalle materie prime ai semilavorati e ai prodotti finiti.

Con un totale di 406 espositori provenienti da 28 paesi e 8342 visitatori, Composites Europe 2017 ha registrato un successo di pubblico solo di poco inferiore al risultato dello scorso anno (8622 visitatori), ma in compenso ha allargato il proprio raggio d'azione internazionale.

Oltre il 40% dei visitatori proveniva infatti dall’estero, con la quota maggiore detenuta dagli altri paesi europei, mentre alcuni visitatori sono giunti a Stoccarda da paesi lontani, per esempio Brasile, Stati Uniti e Canada ma anche dal Giappone, Nuova Zelanda e Sudafrica. In totale, i visitatori di Composites Europe rappresentavano 63 paesi del mondo. Dennis Baumann, responsabile global sales di SGL Group, ha confermato questo dato: "Abbiamo incontrato clienti da Germania, Europa e anche da Stati Uniti, Cina e India. Vi è un grande dinamismo, anche in settori di applicazione quali l’edilizia e le costruzioni meccaniche”.

Per Hans-Joachim Erbel, CEO di Reed Exhibitions, l’organizzatore della manifestazione, questi risultati vanno a confermare in modo univoco la correttezza della decisione di spostare definitivamente a Stoccarda Composites Europe: "la vicinanza con l'industria automobilistica e il settore aerospaziale, vale a dire i settori trainanti dei compositi, ha dato un ulteriore impulso alla fiera". Composites Europe si era finora alternata tra le sedi di Düsseldorf e Stoccarda, ma d’ora in poi si terrà ogni anno solo a Stoccarda.

Gli espositori hanno salutato positivamente questa decisione, come ha sottolineato Michael Stahl, direttore comunicazione e marketing di Hexion: "La decisione a favore di Stoccarda è stata assolutamente corretta. La fiera quest’anno si è caratterizzata per i visitatori di elevato profilo, la domanda è stata di gran lunga maggiore e abbiamo stabilito ottimi contatti con committenti come Mercedes e Airbus”.

Estibalitz Arregi, responsabile dei materiali compositi dell’azienda spagnola Fagor Arrasate, è in linea con questo concetto: "Stoccarda è una location entusiasmante per noi e le nostre attività, la maggior parte delle quali si svolge all'estero. Ecco perché stiamo programmando di tornare l'anno prossimo e incrementare i nostri sforzi per creare una rete di relazioni”.

 

La crescente importanza delle soluzioni multimateriale

I vantaggi dei compositi rinforzati con fibre sono più visibili nel segmento delle strutture leggere multimateriale. Questo perché è ormai chiaro che le esigenze delle strutture leggere moderne non possono essere soddisfatte da un unico materiale; le migliori strutture leggere oggi sono costituite da soluzioni ibride.

Come momento di confronto tra le applicazioni in metallo e in compositi rinforzati con fibre, a Composites Europe è tornato il Lightweight Technologies Forum, tenuto per la prima volta nel 2016. "Con questo appuntamento, abbiamo creato un nuovo format con l’obiettivo di riunire l'industria dei compositi e i settori di applicazione delle strutture leggere integrate e ibride", ha sottolineato Olaf Freier, responsabile eventi di Composites Europe.

Le innovazioni sono più importanti che mai in questi giorni, soprattutto nell’ambito delle strutture leggere integrate per le automobili. L’ultima ricerca di mercato, intitolata “Lightweight Construction as Innovation Driver”, fa il punto sulle strutture leggere come fattore trainante dell’innovazione. Presentata in anteprima a Stoccarda, questa ricerca fa una ricognizione dell’attuale stato delle cose ed esplora le tendenze e le sfide future delle strutture leggere multimateriale nel settore automobilistico, concludendo che la politica e i clienti finali rappresentano attualmente i principali fattori trainanti nell’ambito delle strutture leggere. Ciò nonostante, l'implementazione a largo raggio delle strutture leggere non si verifica a causa di ostacoli imposti dai fornitori e dai produttori. La ricerca di mercato è stata redatta in collaborazione con Automotive Management Consulting GmbH (AMC).

"Le strutture leggere sono particolarmente importanti per la competitività internazionale dell'industria tedesca e quindi per il “made in Germany”, e le strutture leggere come tecnologia innovativa strategica rafforza la nostra posizione di leadership internazionale", ha affermato Elmar Witten, direttore generale di AVK, l'associazione tedesca di categoria.

La prossima edizione di Composites Europe è in programma a Stoccarda dal 6 al 8 novembre 2018.


Torna alla pagina precedente