Passaggio di mano nel riciclo

Herambiente acquisisce Aliplast, l’operazione si concluderà nel 2022

Marketing - giovedì, 12 gennaio 2017

L’11 gennaio 2017 Herambiente ha firmato un accordo vincolante con Aligroup per l’acquisizione del Gruppo Aliplast, primaria realtà operante in Italia nel segmento della raccolta, del riciclo e della rigenerazione di rifiuti plastici mediante un processo integrato che trasforma questi ultimi in prodotti disponibili al riutilizzo. Più in dettaglio, l’’operazione riguarda l’acquisizione delle azioni di Aliplast attraverso un percorso che prevede l’acquisto del 40% nel corso dell’esercizio corrente, di un ulteriore 40% entro marzo 2018 e del restante 20% entro giugno 2022. Per il Gruppo Aliplast, che lavora oltre 80 mila tonnellate di materiali plastici all’anno, nel 2016 sono previsti un fatturato di oltre 100 milioni di euro e un margine operativo lordo di oltre 15 milioni.

L’acquisizione valorizza ulteriormente il percorso di riposizionamento, dallo smaltimento al riciclo e recupero, avviato da tempo in una prospettiva di ottimizzazione nell’impiego di risorse. Essa si inserisce nel percorso di ampliamento del perimetro societario avviato dal Gruppo Hera già da diversi anni ed è in linea con la strategia di espansione territoriale e di integrazione.

Con l’operazione, complementare a quelle concluse nel 2015 della toscana Waste Recycling e degli asset ambientali di Geo Nova (Treviso), Herambiente amplia ulteriormente il proprio portafoglio di clienti industriali. Contemporaneamente arricchisce la propria offerta commerciale di un elemento distintivo in grado di accelerare e facilitare il raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità al 2020. Herambiente si propone, dunque, come partner nella gestione di tutti i rifiuti industriali, in grado di proporre soluzioni efficienti, con un set completo di servizi e processi mirati a creare valore.

“Oltre a consolidare ulteriormente il perimetro del gruppo, questa operazione si aggiunge alle numerose iniziative che Hera sta ponendo in essere sul fronte dell’economia circolare. Abbiamo già raggiunto alcuni importanti obiettivi strategici fissati dall’Unione Europea per il 2025 e il 2030 e volendo proseguire su questa strada crediamo importante integrare realtà capaci di esprimere livelli di efficienza ed eccellenza che siano all’altezza delle sfide che ci attendono. Aliplast risponde esattamente a questi requisiti e siamo certi che saprà dare il proprio originale contributo, anche e soprattutto in termini di orientamento all’innovazione”, ha affermato Tomaso Tommasi di Vignano, presidente esecutivo del Gruppo Hera.

Fondata nel 1982 da Roberto Alibardi, Aliplast rappresenta un’eccellenza nazionale nella raccolta di rifiuti industriali plastici e nel riciclo e produzione di polimeri rigenerati. È stata tra le prime azienda in Italia a raggiungere la piena integrazione lungo tutto il ciclo di vita della plastica: dai servizi ambientali di gestione e raccolta di scarti industriali fino alla produzione e vendita sul mercato di manufatti e materiali da imballaggio, prodotti in plastica riciclata in proprio. Con oltre 300 dipendenti in cinque stabilimenti italiani e tre esteri (Spagna, Francia e Polonia), ha sede a Ospedaletto di Istrana (Treviso) e tra i suoi principali clienti annovera i principali marchi italiani in vari settori.


Torna alla pagina precedente