Rafforzarsi nella continuità

Eraldo Peccetti spiega le recenti mosse di Colines

Tecnologia - mercoledì, 22 luglio 2020

Rafforzare la gestione in nome della continuità per raggiungere un'ulteriore crescita e affermare la propria posizione di primo piano nel mercato: questo è il significato profondo delle ultime mosse di Colines, tra cui la nomina di Anthony Michael Caprioli a CEO delle attività commerciali e produttive. Ruolo in cui assisterà il presidente esecutivo Eraldo Peccetti (nella foto), che ricopre l'incarico di amministratore delegato, con deleghe per finanza, amministrazione e controllo.

 

“Il consiglio di amministrazione, che è composto da rappresentanti delle tre famiglie fondatrici di Colines - Lombardini, Peccetti e Zorloni - ha deciso di rafforzare la nostra gestione nominando Anthony come CEO. Dopo un anno come direttore commerciale e membro del consiglio di amministrazione, sono fiducioso che Anthony sia la persona giusta per aiutarmi a guidare l'azienda al fine di consolidare la crescita e la leadership nel mercato”, ha dichiarato Eraldo Peccetti.

 

“La nostra azienda è fortemente proiettata nel futuro e dall'inizio dell'emergenza Covid-19 abbiamo lavorato per trovare nuovi modi per garantire assistenza ai nostri partner. Abbiamo fatto investimenti per costruire diversi "team" per la messa in servizio, il montaggio e l'assistenza locali in tutto il mondo, al fine di essere pronti ad assistere i nostri clienti nelle loro esigenze quotidiane, anche in questi periodi in cui viaggiare è davvero difficile o addirittura proibito. Abbiamo anche aperto nuovi punti di riferimento nell'assistenza remota, grazie a un nuovo sistema che include la realtà aumentata che annunceremo molto presto”, ha aggiunto Peccetti.

 

Di recente Colines ha anche organizzato la sua prima open house virtuale e il bilancio, secondo Eraldo Peccetti, è totalmente positivo: “Circa 250 aziende si sono registrate all'evento e abbiamo avuto oltre 500 contatti dal vivo o su richiesta in soli cinque giorni. Albert Einstein era solito dire che nel mezzo di ogni crisi, ci sono grandi opportunità e credo davvero che avesse ragione. Gli eventi virtuali ne sono sicuramente una dimostrazione: Covid-19 non ci ha permesso di visitare o ospitare i nostri clienti, quindi abbiamo dovuto studiare qualcosa di diverso... e ci siamo resi conto di quali grandi opportunità commerciali potesse offrire”.


Torna alla pagina precedente