Direttiva Macchine

Corso sulle novità interpretative introdotte dalla Commissione Europea

Marketing - lunedì, 4 settembre 2017

Due appuntamenti formativi vengono organizzati da Amaplast, in collaborazione con SBS, Acimac e Ucima, per illustrare le numerose importanti novità interpretative ufficiali introdotte a fine luglio 2017 con l’edizione 2.1 della Guida Applicativa alla Direttiva 2006/42/CE della Commissione Europea (definizione di macchina, definizione di quasi-macchina, definizione di insiemi di macchine, quando marcare CE, modifiche a macchine e insiemi, chiarimenti dei RES ecc.).

Fin dalla prima versione di quella che è meglio conosciuta come Direttiva Macchine, infatti, la Commissione Europea ha elaborato direttamente le Linee Guida per la sua interpretazione, con l’intento di chiarirne gli aspetti di più complessa applicazione. Pur non rivestendo valenza di legge, tali documenti vengono abitualmente e sistematicamente considerati dagli organi di controllo un punto di riferimento interpretativo e applicativo, diventando strumento indispensabile per tutti i costruttori e utilizzatori di macchine, tra cui quelle per la trasformazione di materie plastiche e gomma.

La prima data è fissata per il 3 ottobre presso la sede Acimac-Ucima a Baggiovara (Modena), mentre la seconda è programmata per il 18 ottobre presso la sede di Amaplast ad Assago (Milano). Il corso sarà tenuto in entrambe le occasioni da Ernesto Cappelletti (Quadra), che dal 1995 di fornisce consulenza per la sicurezza del macchinario, al fine di garantire la conformità delle macchine a Norme, Direttive e Regolamenti europei e internazionali per la marcatura CE, e si rivolge principalmente a direttori tecnici, responsabili sicurezza prodotto, progettisti di macchine e impianti, automazione industriale. RSPP di aziende utilizzatrici di macchine e impianti.

Durante i due appuntamenti verranno trattati i seguenti argomenti:

- definizione di macchina;

- definizione di insiemi di macchine;

- insiemi dimacchine: la rilevanza applicativa delle modalità di funzionamento dei circuiti di sicurezza;

- definizione di quasi-macchine;

- procedure per la conformità di macchine e quasi-macchine;

- istruzioni e avvertenze per l’uso;

- la dichiarazione CE di conformità e la dichiarazione di incorporazione per le quasi-macchine;

- marcatura CE e targatura;

- le modifiche alle macchine e agli impianti;

- obblighi e responsabilità del costruttore e dell'utilizzatore: macchine nuove e usate, insieme di più macchine;

- valutazione dei rischi, fascicolo tecnico;

- l’applicazione dei principali Requisiti Essenziali di Sicurezza (RES).


Torna alla pagina precedente